Di cosa si occupa un dentista gnatologo?

Se sei arrivato fino al nostro articolo probabilmente è perché stai cercando un dentista gnatologo a Cagliari. Oppure semplicemente vuoi informarti e conoscere qualcosa in più su questa figura.

La gnatologia è una particolare branca dell'odontoiatria che si dedica alla zona del cranio-mandibola, ovvero di tutte quelle disfunzioni e patologie che interessano il sistema di masticazione, dal punto di vista dentale.

Quando rivolgersi a uno specialista della mandibola?

Il dentista gnatologo è il principale esperto di tutte le patologie che interessano l'articolazione temporo-mandibolare. In genere ci si rivolge a lui quando si avverte dolore alla mascella, mancata coordinazione della mandibola e difficoltà ad aprire e chiudere la bocca. 

Una delle condizioni più frequenti che si trova a gestire un dentista gnatologo è il classico problema di bruxismo, ovvero la condizione caratterizzata dal digrignare dei denti, sfregando le due arcate e stringendo con forza le mascelle. In genere questa patologia si manifesta soprattutto la notte durante il sonno e può provocare seri danni al cavo orale e all'articolazione. 

Come si svolge una visita gnatologica 

Durante la visita gnatologica lo specialista esegue una valutazione generale dello stato masticatorio del paziente. In questa fase vengono raccolte tutte le informazioni che riguardano l'articolazione temporo-mandibolari e i movimenti della parte. La raccolta preliminare dei dati è indispensabile per stendere un piano informativo generale del paziente e pianificare i trattamenti successivi. 

A seguito dell'analisi preliminare si prosegue con una valutazione complessiva dell'apparato masticatorio, indagando nello specifico i contatti occlusali e altre funzionalità articolari. Inoltre, lo gnatologo potrebbe richiedere ulteriori esami di approfondimento per completare il quadro clinico del paziente. Tra i più frequenti troviamo la Risonanza Magnetica, l'orto-panoramica e la kinesiografia mandibolare.

Cosa succede dopo la prima visita dallo gnatologo

La valutazione scrupolosa del dentista è uno step fondamentale per individuare i trattamenti idonei rispetto alle condizioni di salute del paziente. Molto spesso il passo successivo è quello di introdurre l'uso di dispositivi dentali, come ad esempio il bite, che hanno l'obiettivo di rilassare i muscoli della mandibola e impedire alle articolazioni temporo-mandibolari di comprimersi. 

In altri casi si prosegue con un trattamento terapeutico che ricorre a manovre specifiche per risolvere problemi più complessi, come ad esempio il locking gnatologico.

Le patologie più trattate dalla gnatologia

Il bruxismo, lo abbiamo detto, è una delle patologie più diffuse che viene trattata dal dentista gnatologo. Le cause possono essere numerose, dai fattori psico-emotivi alla predisposizione ereditaria. Tra le altre patologie che possono richiedere la una visita gnatologica troviamo:

 

  • il blocco della mandibola, a differenza del bruxismo non ha nulla a che vedere con fattori psico-emotivi e in genere si manifesta in seguito a un rumore di scatto a una o a entrambe le articolazioni. Da quel momento si avverte una difficoltà ad aprire la bocca. La causa può essere di tipo ortodontico, protesi mal eseguite, traumi o malocclusione causata da estrazioni.
  • il morso incrociato, ovvero una malocclusione associata ad un'asimmetria delle due arcate dentarie che costringono la mandibola a posizionarsi lateralmente per chiudere bene. In questo caso è essenziale prevedere un piano terapico ben dettagliato che mira a ritrovare un equilibrio della mandibola.

Pensi di aver bisogno della visita di uno specialista per ritrovare il benessere della tua bocca? Nel nostro studio dentistico puoi trovare i professionisti giusti per la salute del tuo sorriso: prenota un appuntamento!