Digrignare i denti la notte: come evitarlo?

Lo sapevi che stringere e digrignare i denti la notte è sinonimo di stress e nervosismo? Riuscire a controllare questa azione, mentre si dorme, è impossibile e per questo esistono degli strumenti che possono venire in nostro aiuto che ci impediscono di digrignare i denti e di avvertire quella sensazione di malessere che ci accompagna per tutto il giorno, fin dal risveglio.

Come accorgersi del disturbo?

Esistono alcuni segnali che ci permettono di riconoscere il bruxismo e di intervenire prima che si manifestino danni più complessi da gestire. Il dolore al viso, le mascelle e le mandibole affaticate, i denti scheggiati e consumati, sono solo alcuni segnali che possono aiutarci a capire se durante la notte digrignamo i denti.

È molto importante capire le cause del bruxismo per trovare una terapia efficace e una risoluzione immediata del problema. 

In una condizione normale, la posizione di riposo prevede che le arcate in posizione rilassata non dovrebbero sfiorarsi. Quando il paziente soffre di bruxismo tende a tenere a stretto contatto le arcate e a digrignare muovendole in varie direzioni. Stringere le arcate e muovere i denti comporta inevitabilmente dei danni di varia entità.

In alcuni casi questo disturbo si presenta di giorno, rendendo così più semplice la sua diagnosi in quanto il paziente si rende conto di avere questa cattiva abitudine.

Uso del bite notturno

Un rimedio efficace per evitare di sfregare i denti mentre si dorme è il bite. Questa placca in resina si indossa come un paradenti, è poco ingombrante e fa da barriera protettiva che si pone tra denti superiori e inferiori. Questa soluzione è molto utile se si vogliono evitare i danni dello sfregamento.

Esistono soluzioni universali che si possono acquistare senza visita medica ma che non hanno la stessa efficacia di quelli realizzati su misura. In quest'ultimo caso infatti, il dentista potrà valutare le condizioni di salute del cavo orale e procederà con la realizzazione di una soluzione ad hoc per il paziente.

Interventi ortodontici

Gli interventi ortodontici si rendono necessari quando il paziente digrigna i denti a causa di problemi di malocclusione. In questo caso il dentista procede con lo studio di un programma personalizzato per ridare una posizione corretta alle arcate e risolvere problemi di errato allineamento che possono causare sfregamenti notturni.

Molto spesso questi trattamenti sono abbinati all'uso del bite notturno che permette, durante la notte, di impedire ai denti di stringere e sfregare, ma allo stesso tempo aiuta a mantenere la corretta posizione.

Soffri di sfregamento dentale e la notte digrigni i denti? Rivolgiti al nostro Studio Dentistico Piras Denotti: i nostri specialisti ti aiuteranno a ritrovare il benessere della tua bocca!