L'implantologia è un trattamento utile per sostituire un dente naturale mancante. L'impianto è composto da una vite in titanio che viene inserita, tramite intervento chirurgico, nell'osso e sostituisce la radice del dente. Dopo circa un mese dalla posa dell'impianto, questo si unirà all'osso e sarà in grado di sostenere la capsula in ceramica.

Grazie alle continue innovazioni in materia, oggi è possibile procedere con l'installazione dell'impianto anche subito dopo l'estrazione di un dente, eseguendo un intervento di implantologia a carico immediato. In questo modo il paziente può riavere un sorriso perfetto e migliorare l'aspetto estetico senza nessuna attesa. 

Fasi dell'implantologia

Le fasi dell'implantologia

Il trattamenti si svolge in 5 fasi:

  1. la visita diagnostica e la pianificazione del trattamento
  2. l'intervento
  3. la fase di cicatrizzazione
  4. l'installazione della protesi
  5. la fase di controllo con le cure professionali

Tutto ha inizio con una visita approfondita del cavo orale che permette al dentista specialista di determinare la fattibilità della posa dell'impianto. Nello specifico, si dovrà valutare il volume osseo del paziente e capire se è in grado di sostenere la vite in titanio e la capsula. Il bilancio radiologico e lo scanner possono aiutare ad approfondire meglio questo aspetto.

La visita sarà utile per comprendere se il paziente ha sofferto di parodontite e se ha particolari patologie sistemiche o allergie. Inoltre, andranno specificati eventuali farmaci assunti che possono avere delle conseguenze sull'intervento. Può sembrare una tappa banale ma in realtà è di fondamentale importanza per definire il quadro clinico e capire come procedere per migliorare la salute del paziente.

L'ispezione e la palpazione dei denti e dei tessuti molli saranno necessarie per individuare i denti mancanti, quelli che andrebbero estratti o curati, e lo stato della gengiva e della mucosa orale.

Una volta confermata la fattibilità dell'intervento, si procede con la scelta terapeutica, la durata del trattamento e il costo.

L'intervento di implantologia

La sedazione e l'anestesia rappresentano le prime fasi dell'intervento chirurgico. In questo modo è possibile assicurare al paziente una seduta indolore e sarà possibile eseguire le manovre necessarie per l'installazione. Si procede dunque con l'eventuale estrazione dei denti compromessi che non possono essere curati e l'asportazione dei tessuti infetti, se presenti.

Conclusa la bonifica della bocca, si procede con il posizionamento degli impianti a livello delle ossa mascellari. In base alla via scelta per eseguire il trattamento, se a carico immediato o a carico differito, dopo aver inserito le viti in titanio si procederà con l'installazione immediata delle capsule oppure si attenderà la cicatrizzazione delle gengive e la perfetta adesione all'osso.

Il fissaggio della protesi consiste nell'applicare le capsule e le protesi dentarie progettate in anticipo e che rappresenteranno la parte estetica dell'impianto, sostituendo il dente naturale al 100%.

Il trattamento e controllo post-operatorio

 

In base alla situazione clinica del paziente si definisce il trattamento post-operatorio. In genere si prescrivono cure antibiotiche e farmaci per alleviare il dolore. Inoltre, si consiglia l'uso di collutori a base di clorexidina per disinfettare e mantenere bassa la carica batterica. 

Per l'igiene orale è preferibile usare uno spazzolino a setole morbide ed evitare di mangiare alimenti duri per qualche tempo. 

Il controllo periodico ci permetterà di osservare lo stato di salute del cavo orale e della gengiva al fine di individuare tempestivamente eventuali problematiche.

Hai bisogno di parlare con un professionista e valutare le possibili soluzioni ai tuoi problemi orali? Contatta il nostro studio dentistico a Cagliari in Piazza della Repubblica e richiedi un appuntamento!