Che cos'è il granuloma dentale

L'apicale, meglio noto con il nome di granuloma dentale, è un problema piuttosto comune tra i pazienti e risulta essere particolarmente fastidioso e doloroso. Per risolvere questo disturbo è necessario rivolgersi a uno studio dentistico e seguire le terapie giuste per ritrovare il benessere della bocca.

Che cos'è, come si manifesta e qual è la terapia più indicata?

L'importanza della salute orale

Il granuloma dentale è una conseguenza molto comune che si verifica quando il paziente non si prende cura in modo adeguato della propria salute orale. Quando si presenta una carie è estremamente importante porre rimedio prima che si manifestino patologie ben più complesse, come ad esempio il granuloma dentale. Questa infezione di tipo cronico di in genere di manifesta in un punto che non è visibile all'occhio e che si può individuare toccando la gengiva. 

L'infiammazione cronica dell'apice radicale è causata da una carie trascurata, da trattamenti ortodontici non eseguiti correttamente o da fratture dentali. Quando si verifica questa infiammazione il nostro corpo attiva una risposta che provoca lo sviluppo del granuloma ai denti. 

Come individuare il granuloma dentale

Il granuloma dentale può essere di tipo asintomatico e riuscire a individuarlo fin dai primi sintomi può risultare piuttosto complesso. La soluzione più indicata per poterlo diagnosticare è la radiografia, oppure se si avverte del fastidio quando si tocca la gengiva all'altezza della radice. In realtà è molto semplice confondere i sintomi del granuloma con tante altre patologie. Per questo motivo è sempre meglio affidarsi alle cure di un dentista specializzato.

Esistono tre condizioni in cui si presenta l'infiammazione apicale:

  1. semplice, il più diffuso e si riconosce per la forma arrotondata che in genere ha dimensioni piccole e che si posiziona all'apice della radice;
  2. suppurato, con la produzione e la fuoriuscita di pus che in genere si posiziona sotto il dente con infiammazione acuta e accompagnata da dolore;
  3. ascessualizzato, noto come granuloma cistico dentale, richiede un intervento immediato anche perché è una condizione molto sintomatica.

È molto importante intervenire prima che il dolore diventi troppo forte poiché si corre il rischio di complicazioni importanti come la necrosi pulpare.

I sintomi

Abbiamo detto che nella maggior parte dei casi questa patologia è asintomatica. In altri casi però sono presenti alcuni sintomi che ci permettono di individuare la presenza dell'infezione. Tra i sintomi più comuni troviamo:

  • mal di testa;
  • guancia gonfia;
  • gonfiore della gengiva;
  • mal di denti forte;
  • dolore all'orecchio;
  • linfonodi del collo ingrossati.

Per una diagnosi accurata è necessario sottoporsi a una radiografia endorale o panoramica, esami del sangue e tac dentale.

Come si cura?

Al di là della presenza dei sintomi è molto importante curare il granuloma apicale per evitare conseguenze poco piacevoli. Esistono diverse soluzioni in base alla gravità del problema:

  • il ritrattamento canalare, in caso di dente devitalizzato e rimozione del vecchio materiale, così da permettere la pulizia del dente e una nuova otturazione;
  • l'apicectomia, un piccolo intervento chirurgico che permette la rimozione della radice e del granuloma, con la chiusura del canale per mezzo di un cemento specifico;
  • l'estrazione dentale, quando la situazione è in uno stato avanzato e non è possibile intervenire in altro modo.

Hai bisogno di un controllo per valutare la salute del tuo cavo orale? Contatta il nostro Studio Dentistico Piras Denotti e affidati ai nostri specialisti del benessere dentale!