Come funziona l'implantologia a carico immediato?

L'implantologia a carico immediato è una particolare tecnica che consente al paziente di riavere una perfetta arcata dentale in meno di 24 ore. Rispetto alle tecniche tradizionali, questa soluzione moderna prevede un iter che azzera i tempi di attesa di guarigione dei tessuti e consente l'installazione di una protesi definitiva in poco tempo.

In cosa consiste e come funziona? Ne parliamo in questo articolo!

Cos'è l'implantologia a carico immediato?

Grazie alla pianificazione computerizzata guidata, o tradizionale, il dentista può impiantare denti fissi il giorno stesso o a distanza di 24/48 ore, dal momento in cui si inseriscono gli impianti. Come dice il nome stesso, questa tecnica prevede il posizionamento dei denti, il carico, immediatamente senza dover attendere i tempi di guarigione. Si tratta di una soluzione ideale per avere una rapida riabilitazione delle arcate poiché si evita di incidere e scollare le gengive. 

Per accedere a questo trattamento è necessario avere specifici requisiti in assenza dei quali sarà necessario ricorrere alle tecniche tradizionali.

Requisiti per eseguire un impianto a carico immediato

Quali caratteristiche deve avere il paziente per usufruire dei vantaggi del carico immediato?

  • Bilanciamento occlusale: deve avere un corretto piano occlusale masticatorio
  • Non devono esserci problemi gravi di malocclusione o di bruxismo
  • Ci deve essere un buon supporto parodontale, con gengive in perfetta salute
  • La stabilità primaria degli impianti dentali deve essere superiore ai 35 Ncm per garantire la buona riuscita del trattamento
  • L'osso naturale deve essere sufficiente e non devono essere state fatte rigenerazioni dell'osso in concomitanza dell'inserimento degli impianti

Prima di iniziare un trattamento di questa tipologia il dentista dovrà analizzare accuratamente la situazione per comprendere se il paziente presenta i requisiti necessari per un impianto a carico immediato.

Come funziona?

In base alle esigenze del paziente, possiamo individuare diverse tipologie di impianto:

  • a carico immediato su tutta l'arcata
  • a carico immediato su un solo impianto
  • a carico immediato su impianti multipli

La differenza tra gli impianti è legata a quanti elementi dentali mancano e devono essere sostituiti.

Nel caso dell'impianto a carico immediato su tutta l'arcata è possibile riabilitare un'intera arcata con denti fissi. La protesi può essere installata su una gengiva finta, se il riassorbimento dell'osso è così elevato da far apparire i denti troppo lunghi, oppure senza la gengiva, se vi è poco riassorbimento osseo e in assenza di sorriso gengivale.

Quando si parla di carico immediato su un singolo impianto ci si trova davanti alla perdita di un unico elemento a causa ad esempio di un'estrazione. Questa condizione permette di installare direttamente la corona dentaria e, a distanza di circa tre mesi dall'impianto della protesi provvisoria fissa, si procede con il posizionamento della corona avvitata e definitiva.

Una terza situazione che può richiedere l'uso di un impianto a carico immediato è nel caso di pazienti a cui mancano più denti nella parte frontale. Questa condizione richiede un intervento tempestivo poiché si tratta di una situazione spiacevole e complessa da gestire per il paziente. Grazie a questa tecnologia moderna, è possibile colmare nell'immediato situazioni spiacevoli sia dal punto di vista funzionale che psicologico.