Come raddrizzare i denti da grandi

Avere denti dritti e bianchi è il sogno di tutti. Oggi possiamo contare su numerosi strumenti che possono aiutarci a raddrizzare i denti e avere un sorriso sano e bello. Ogni strumento è pensato per età e condizioni diverse. Esistono delle differenze nel caso di apparecchi per adulti e quelli per bambini e adolescenti.

Scopriamo insieme quali sono e cosa fare per raddrizzare i denti.

Apparecchio per adulti: che differenza c'è?

L'ortodonzia in età adulta è una disciplina che si occupa del corretto allineamento dei denti in caso di pazienti che hanno completato la formazione della dentizione. Questo avviene quando i denti permanenti e lo sviluppo delle ossa del cranio, in particolare le ossa mascellari, è completa. 

Quando si deve intervenire su bambini e adolescenti è possibile modificare la formazione e lo sviluppo delle ossa. Questo non è più possibile negli adulti. In quest'ultimo caso infatti, la crescita delle ossa è ormai terminata e si potrà intervenire esclusivamente sui movimenti dei denti. Per questa ragione, il trattamento ortodontico in età adulta tende ad avere una durata superiore rispetto a una terapia eseguita in età pediatrica.

Anche in questo caso, alla fine del trattamento, sarà sempre necessario l'uso dell'apparecchio di contenzione per mantenere i risultati stabili nel tempo.

Raddrizzare i denti da grandi

Avere i denti storti significa soffrire di problemi di malocclusione. Questi disturbi possono generare altre patologie e possono essere a loro volta causate da diverse problematiche. Tra le più comuni troviamo:

  • Affollamento: lo spazio all'interno della bocca è troppo poco e i denti risultano molto ravvicinati l’uno all’altro non avendo perciò il giusto spazio per crescere;
  • Diastema: si verifica quando i denti sono molto distanziati tra loro perché c’è troppo spazio;
  • Morso aperto (open bite): si ha quando i denti davanti non entrano in contatto, mentre quelli posteriori, ovvero i molari e i premolari si toccano;
  • Morso profondo (deep bite): si verifica quando i denti anteriori dell’arcata superiore coprono quelli dell’arcata inferiore in modo eccessivo ed evidente;
  • Morso incrociato (cross bite): in questo caso i denti inferiori sporgono su quelli superiori.

Cervicale, mal di schiena, mal di testa ed acufene, sono solo alcuni dei problemi che possono scaturire da una cattiva occlusione, sia nei bambini che negli adulti. Ecco perché spesso si consiglia una terapia ortodontica anche in età avanzata.

Grazie alle nuove tecnologie oggi possiamo scegliere se optare per un apparecchio tradizionale o per uno invisibile. Quest'ultimo offre una durata del trattamento più veloce e risultati ottimali, riducendo al minimo l'imbarazzo di portare un apparecchio in età adulta.

Prima di scegliere la tipologia di trattamento è necessario capire le cause che hanno portato a un disallineamento così da individuare la soluzione più adatta al paziente. Non sai a chi rivolgerti? Contatta il nostro studio dentistico: ci trovi a Cagliari in Piazza della Repubblica!