Allattamento e anestesia: come curare i denti in questo periodo?

Durante la gravidanza e nei primi mesi di vita del bambino, la mamma può trovarsi in difficoltà rispetto alla cura dei denti, soprattutto se è necessario ricorrere all'anestesia.

Cosa fare quando si allatta e si devono eseguire cure odontoiatriche? È necessario rimandare l'intervento oppure si deve arrivare a sospendere l'allattamento?

Rischi dell'anestesia mentre di allatta

Può capitare nel corso della nuova vita da neo-mamma di trovarsi ad affrontare un problema al cavo orale mentre si allatta. La domanda che sorge spontanea è: l'anestesia dal dentista e l'allattamento sono compatibili?

La prima cosa da tenere a mente è che è essenziale prendersi cura del cavo orale durante la gravidanza. Avere episodi di parodontite mentre si è incinta e quindi dover gestire carie, devitalizzazioni, estrazioni dei denti, con relativa anestesia, non è certo una buona situazione in cui trovarsi. Se programmi di avere una gravidanza è bene assicurarsi, tra i tanti accertamenti da fare, di non avere patologie evidenti che puoi curare prima di restare incinta. 

La mamma che allatta può tranquillamente sottoporsi alle cure dentistiche senza dover interrompere l'allattamento o dover rimandare le cure a quando il bambino sarà più grande. Occorre però confrontarsi con il proprio medico per individuare la terapia più adeguata in base al problema ma anche per abbandonare paure infondate che possono riversarsi sul neonato. 

Esiste una controindicazione su alcuni farmaci che vengono usati solitamente nella pratica odontoiatrica quotidiana ma per quanto riguarda l'anestesia non esiste alcun rischio. La ragione è che l'anestesia è localizzata e viene eliminata rapidamente dall'organismo. Qualora venga usata sulla mamma, sarà sufficiente saltare la poppata subito dopo la seduta dal dentista per proseguire regolarmente subito dopo. È sufficiente prelevare un po' di latte in anticipo, con l'uso di un tiralatte, così da fornire al piccolo tutto ciò di cui ha bisogno.

Si possono assumere antibiotici prima dell'intervento?

La mamma può assumere antibiotici purché siano compatibili con l'allattamento. Sono infatti da evitare tetracicline e chinolonici, ma ne esistono tante altre tipologie che possono essere assunte senza alcun rischio per il bambino.

Lo stesso discorso vale per la terapia antiinfiammatoria e antidolorifica. Prima di assumere un medicinale qualunque è bene contattare il proprio medico per individuare la soluzione che sia ben tollerata e che si presenti poi in piccolissima percentuale nel latte materno. Ad esempio, il Paracetamolo può essere usato con tranquillità essendo un principio attivo impiegato anche per combattere la febbre nel bambino stesso. La sua presenza nel latte materno non desta alcun problema al piccolo.

Il consiglio che ti diamo è quello di rivolgerti ad uno studio dentistico professionale che saprà guidarti nelle cure del cavo orale, nel rispetto della tua salute e di quella del tuo bambino. Non sai a chi rivolgerti? Contatta il nostro Studio Dentistico Piras Denotti e prendi un appuntamento: ci trovi a Cagliari in Piazza Repubblica 22!